Formulario ricorso garante privacy

Home Lavoro e previdenza Rapporto di lavoro Ricorso al Garante privacy e domanda di risarcimento del danno: vale il principio di alternatività? Oggetto e ragioni poste a fondamento ...

Il Garante ha accolto il ricorso di una persona che aveva lamentato la violazione della sua privacy da parte di un quotidiano. In occasione di una vicenda giudiziaria relativa ad un proprio congiunto, il quotidiano aveva fatto riferimento alle condizioni di salute dell'interessato.

Allorquando, quindi, le difese del convenuto amplino l’oggetto dello speciale giudizio volto alla liquidazione dei compensi dell’avvocato (ora confluito nel ricorso ex art. 14 Dlgs 150/11, avviabile con le forme dell’art. 702 bis cpc), l’unico scenario possibile pare proprio una pronuncia d’inammissibilità del ricorso. Il Garante per la privacy ha prescritto alle Procure della Repubblica “misure e accorgimenti per incrementare la sicurezza dei dati personali raccolti e usati nello svolgimento delle intercettazioni”. Misure “stringenti” che dovranno essere adottate “entro 18 mesi dalla pubblicazione del provvedimento sulla Gazzetta Ufficiale”. L’Autorità Garante per la protezione dei dati personali ha confermato la risposta negativa di un Comune alla richiesta di accesso civico generalizzato, presentata da un cittadino, agli atti di una sanzione disciplinare inflitta a un dipendente, contro la quale pendeva nondimeno un contenzioso dinnanzi al Giudice del lavoro. all’intestat a Autorità Garante a f finché accertata la violazione da parte dell a società erogatrice delle disposizioni contenute nelle delibere n. 229/2001 e n. 42/1999, provveda a irrogare le sanzioni del caso, con condanna della societ à medesima a versare l’indennizzo di cui all’art. 4, comma 2, della delibera n. 229/2001. Opposizione amministrativa e ricorso giudiziale Può presentare opposizione il lavoratore che non ritiene corrette le valutazioni dell’Istituto in merito a: il grado di menomazione che ha riconosciuto nel suo caso il Garante, subissato di richieste, cerca di scoraggiare le denunce per situazioni apparentemente gia' risolte. Ma questo nulla toglie al suo diritto a procedere con la denuncia e la richieste degli specifici indennizzi, ricordandosi che se la pronuncia del Garante non fosse soddisfacente, puo' sempre ricorrere al giudice di pace.

Il Garante per la privacy ha ordinato a Google di deindicizzare gli url riguardanti un cittadino italiano da tutti i risultati della ricerca, sia nelle versioni europee del motore, sia in quelle... Per evitare equivoci e confusioni ricordiamo le " coordinate normative" che regolano la tutela dei dati personali.Innanzitutto va detto che sia il Garante della privacy che il Giudice del Lavoro concordano sul fatto che i dati relativi a incarichi, nominativi, somme erogate debbono essere consegnati ai Sindacati. Il ricorso al Garante non può essere proposto se ci si è già rivolti all’Autorità Giudiziaria. Parimenti una volta che è stato proposto ricorso al Garante non si può più proporre domanda all’Autorità Giudiziaria per la medesima controversia.